Dal database alla web app in meno di 2 minuti

Dal database alla web app in meno di 2 minuti

Può capitare di voler trasformare delle vecchie database application, realizzate con tecnologie desktop in una più moderna applicazione web. Questo è un compito molto complesso e laborioso sul quale il nostro framework può fornire un potente aiuto.

Come abbiamo visto al Genropy Day per casi del genere Genropy mette a disposizione il Package Editor, uno strumento per creare rapidamente progetti, istanze e pacchetti direttamente da interfaccia grafica. Tra le sue funzionalità è offerta la possibilità di collegarsi ad un database esistente (posgreSQL, mySQL, MSSQL, SQLite) e partendo dalla sua struttura, costruire automaticamente un’applicazione completa.

In questa Genropill vedremo come fare tutto questo in meno di 2 minuti. Come esempio abbiamo preso da qui un piccolo database SQLite che contiene i dati relativi ad uno store musicale. Trattandosi di un database demo, i dati presenti non sono molti e anche la struttura è piuttosto semplice.

Nel video (rigorosamente in tempo reale) vedrete all’opera il Package Editor e saranno mostrati i passi necessari per ottenere il risultato.

  • Dopo aver aperto il Package Editor creiamo un progetto e un package
  • Usando il bottone External DB apriamo il tool di importazione
  • Carichiamo il database SQLite, che abbiamo scaricato dal sito
  • Selezioniamo le tabelle da importare
  • Con il bottone Add to model avviamo la creazione dei moduli Python che descrivono le tabelle in Genropy
  • Con il bottone Make resources facciamo generare i file di risorsa che definiscono le pagine per visualizzare, inserire e modificare i dati
  • Con il bottone Db Setup diamo il comando di creazione del database di destinazione
  • Con il bottone Make Menu creiamo il menu di navigazione dell’app
  • Con il bottone Import legacy popoliamo il nuovo database con i dati presi da quello d’origine
  • Quindi lanciamo l’applicazione e vediamo come funziona

Per attivare i sottotitoli premere il bottone CC

Come si può vedere l’applicazione creata ha tutte le caratteristiche delle tipiche applicazioni Genropy ed è estremamente potente nonostante sia stata creata in modo automatico. Infatti le pagine così generate per ogni tabella, permettono di creare query complesse, statistiche su dati aggregati, viste personalizzate, stampe e molto altro.

Questo genere di importazione può avvenire connettendosi direttamente a un database server remoto, caricando un file dump o persino importando dei fogli di calcolo Excel che verranno tradotti nelle corrispondenti tabelle di database.

Nel video abbiamo importato un piccolo database demo di 11 tabelle, ma questo strumento è stato utilizzato con successo nella migrazione di applicativi aziendali legacy, operando su database reali contenenti migliaia di tabelle. Questo ha permesso di far coesistere il nuovo applicativo in corso di sviluppo con la versione “clonata” dai dati legacy facilitando il lavoro di importazione e l’avviamento del progetto.

Questo meccanismo di importazione è già stato collaudato in molte situazioni, ma è possibile che alcune varianti di SQL e certe estensioni non siano ancora gestite dallo strumento. Se usandolo, doveste incontrare uno di questi casi, segnalateci il problema e ci darete modo di rendere il Package Editor ancora più completo.


Ti stai avvicinando al mondo Genropy e desideri saperne di più? Hai anche tu dei database o file Excel da trasformare in applicativi web? Contattaci!

Abbiamo appena inaugurato un Gruppo su Telegram per chi desidera imparare a lavorare con Genropy: https://t.me/learngenropy

Ti invitiamo poi a seguirci sui social per tenerti in contatto con le ultime novità che Genropy ha da offrire:

Genropy Seguici su Facebook
Pagina Facebook

Genropy Seguici Gruppo Facebook
Gruppo Facebook

Genropy Freelist
Freelist