BLOG

Creare rapidamente una carta intestata

Genropill 6 - Creare rapidamente una carta intestata

Come abbiamo già detto nel precedente articolo, le stampe sono un aspetto ritenuto molto importante dai clienti e utenti di un applicativo gestionale. In questo ambito, è generalmente molto gradita la possibilità di creare modelli di carta intestata personalizzati, che contengano quindi il logo, l’indirizzo dell’azienda ed eventuali altri dati integrativi.

Le applicazioni realizzate con Genropy prevedono un apposito editor grafico per realizzare in pochi minuti delle carte intestata personalizzate da poter poi utilizzare in ogni tipo di stampa.

Nel video vedremo come produrre il modello di carta intestata che abbiamo utilizzato per le stampe nella precedente Genropill: Come generare rapidamente delle stampe personalizzate.

Per attivare i sottotitoli premere il bottone CC

La struttura di un modello carta intestata

Un modello di carta intestata Genropy definisce le dimensioni e i contenuti relativi a tutta la cornice che contorna il nostro documento stampa. Infatti ogni modello è suddiviso in 3 fasce orizzontali dalle dimensioni completamente personalizzabili:

  • una superiore dove in genere si potrà mettere il logo e un’intestazione con i dati sociali
  • una centrale dove verrà collocato il contenuto del documento, ma nella quale è possibile fornire la larghezza dei margini laterali
  • una inferiore nella quale sarà possibile inserire altri contenuti.
Anteprima dove si evidenziano le zone in modifica

Nella schermata dell’editor abbiamo sulla destra un’area di anteprima che mostra le diverse zone modificabili. Facendo doppio click su una zona si entra nella modalità di modifica della stessa ed è possibile vedere in tempo reale l’effetto complessivo di come si presenteranno su pagina i diversi elementi grafici.

A sinistra abbiamo invece nella parte superiore una form dove è possibile fornire i dati e le opzioni del modello ed inserire i valori numerici relativi alle dimensioni dei settori in cui è suddivisa la carta intestata.

In alto la form, in basso il rich-text editor

Nella parte inferiore abbiamo invece un’area di modifica dotata di un rich text editor che permette di inserire nel settore selezionato (evidenziato in giallo) contenuti grafici e testuali, quali:

  • immagini (es: loghi) tramite il bottone Attachments in basso a sinistra
  • testo (es: dati aziendali, contenuto della stampa, date)
  • tabelle, tramite l’omonimo bottone vengono aperte le proprietà dove indicare il numero di righe e di colonne della tabella
  • collegamenti (es: sito web, e-mail)
  • elenchi puntati o numerati
  • parametri di formattazione (ad es. dimensione, carattere e colore del testo, allineamento, ecc.)

Modello prima pagina e successive

Il sistema con cui Genropy gestisce le carte intestate, permette di associare ad una risorsa di stampa anche più di un modello così da poterne avere uno specifico per la prima pagina ed uno differente per le seguenti.

Ereditarietà sui modelli

Inoltre è possibile creare nuovi modelli partendo da modelli creati precedentemente, andando ad aggiungere o a modificarne solo alcune parti. Questo è utile ad esempio se si vuole mantenere un layout ed un’impostazione grafica a livello aziendale, ma definire diversi indirizzi e dati sociali a seconda della sede o della persona che sta producendo la stampa.

Ti interessa saperne di più? Consulta il nostro Manuale delle Stampe:


Ti stai avvicinando al mondo Genropy e desideri saperne di più? Seguici sui social per tenerti in contatto con le ultime novità che Genropy ha da offrire:

Genropy Seguici su Facebook
Pagina Facebook

Genropy Seguici Gruppo Facebook
Gruppo Facebook

Entra a far parte del Gruppo LearnGernopy su Telegram
Gruppo Telegram